14.06.2018 h 18:02 di  Valtiberina Informa

commenti
 

Arezzo, tutte le scuole provinciali dotate di defibrillatori

Arezzo, tutte le scuole provinciali dotate di defibrillatori
Nel territorio aretino, le Istituzioni Scolastiche di Istruzione Superiore di competenza provinciale, grazie anche alla costante persuasione dell’Asl 8 di Arezzo, sono tutte dotate di defibrillatori.E’ stato infatti presentato questa mattina il progetto della Provincia di Arezzo realizzato in collaborazione con il servizio 118 “Dipartimento delle emergenze” della Asl 8 di Arezzo, legato al monitoraggio delle istituzioni scolastiche di Istruzione Superiore del territorio. Presenti alla conferenza stampa Eleonora Ducci, vicepresidente della Provincia di Arezzo, Andrea Gambini referente del servizio 118 della Asl8, Francesco Macrì Presidente di ESTRA spa, ed i Dirigenti Scolastici dell’Istituto Omnicomprensivo “Marcelli” e Omnicomprensivo “Fanfani-Camaiti”. Nei sopralluoghi effettuati, coordinati dal Dott. Massimo Mandò responsabile appunto del servizio 118 e da tutto il suo staff, è stata verificata la rispondenza alle vigenti normative statali e regionali in materia di sicurezza e di prevenzione delle emergenze; in particolar modo, la presenza e la corretta funzionalità dei defibrillatori, che come noto in caso di problemi cardiaci diventano strumenti salvavita. E’ emersa una sostanziale conformità di tutte le strutture scolastiche, anche se è stata ravvisata la necessità di intervenire in quattro complessi. La Provincia di Arezzo ha quindi subito provveduto all’acquisto con propri fondi economici di due defibrillatori, destinandoli rispettivamente alla palestra ad uso dell’ISIS “Valdarno” e alla palestra dell’ISIS “G. da Castiglione”. Gli altri due fibrillatori mancanti sono stati acquistati grazie al contributo di ESTRA s.p.a. e sono stati destinati, uno alla palestra in uso all’Istituto Omnicomprensivo “Marcelli” di Foiano della Chiana e uno alla sezione staccata di Caprese Michelangelo dell’Istituto Omnicomprensivo “Fanfani-Camaiti”. “E’ uno strumento di grande importanza e ringrazio Asl 8, Estra e le scuole con gli insegnati ed i ragazzi che ci hanno seguito in questo progetto – dichiara Eleonora Ducci, Vice Presidente della Provincia di Arezzo. – Da oggi tutte le nostre scuole provinciali sono dotate di defibrillatori ed è un’opportunità per l’incolumità fisica per tutti. Ma la presenza di questo apparecchio, ha visto anche un’ulteriore sensibilità, ovvero quella di formare più insegnati, personale e alunni possibili per essere in grado di utilizzarlo, comprese le tecniche di primo soccorso. Ogni anno escono dalle scuole migliaia di ragazzi esecutori, informati e preparati anche sotto questo profilo. Sempre più defibrillatori nei luoghi frequentati da persone. Si stima che nel territorio provinciale ci siano circa 800 apparecchi, con oltre 30 mila persone formate. Ci sono aree interne, zone isolate, dove la distanza fa la differenza per salvare la vita, e con i defibrillatori saremo più protetti”. Parole di soddisfazione sono giunte anche dal Presidente di Estra, Francesco Macrì : “Un defibrillatore può salvare la vita ed è in grado di contribuire a una nuova cultura della sicurezza e della salute. Estra è impegnata ormai da molti anni nella capillare diffusione di questo strumento nei luoghi a più alta frequentazione. Palestre e scuole sono, ovviamente, strutture privilegiate. E' importante che quest’azione di prevenzione e di cultura della salute veda la collaborazione di tutti: istituzioni come la Provincia, le scuole, l'azienda sanitaria ed Estra che anche in questo caso conferma, concretamente, il suo essere parte integrante del territorio e della comunità locale”.
 
Edizioni locali collegate:  Arezzo Valtiberina Toscana

Data della notizia:  14.06.2018 h 18:02

 
comments powered by Disqus

Ultime Notizie

 

Digitare almeno 3 caratteri.