08.08.2017 h 14:35 di  Valtiberina Informa

commenti
 

Ex Fcu, partono i lavori di ripristino della tratta Città di Castello - Umbertide. Conclusione prevista entro fine 2017

Le note del gruppo consiliare Pd tifernate e del consiglire comunale Andrea Lignani Marchesani (FdI)
Ex Fcu, partono i lavori di ripristino della tratta Città di Castello - Umbertide. Conclusione prevista entro fine 2017
“Apprendiamo dal direttore d’esercizio ferroviario di Umbria Tpl e Mobilità Mauro Fagioli che finalmente torna ad essere operativo il progetto di risistemazione della tratta ex Fcu tra Città di Castello e Umbertide, una svolta decisiva che riteniamo possa aprire un’importante stagione di rilancio delle reti infrastrutturali in Altotevere fondamentali per l’economia e la via sociale del territorio”. E’ la dichiarazione con cui il sindaco Luciano Bacchetta rende noti i contenuti della lettera nella quale Umbria TPL e Mobilità ha comunicato formalmente che procederà nei prossimi mesi all’esecuzione dei lavori di manu-tenzione straordinaria della tratta ferroviaria Città di Castello-Umbertide chiusa da settembre 2015. Nel corrente mese di agosto verranno approntati i cantieri presso la stazione di Città di Castello per proseguire nel mese di settembre con gli interventi previsti lungo la tratta interessata.



“Secondo quanto ci è stato comunicato i lavori dovranno terminare entro la fine di quest’anno, un elemento di soddisfazione in più che motiva il nostro ringraziamento al Governo, a RFI e alla Regione Umbria, ma soprattutto alle centinaia di cittadini che si sono mobilitati per la risoluzione di questo annoso problema”, afferma Bacchetta nell’evidenziare come “questo risultato sia la dimostrazione che il lavoro portato avanti dai Comuni del comprensorio, dalle istituzioni regionali e nazionali e dal parlamentare tifernate Walter Verini stia dando i frutti sperati”. I lavori di ripristino della tratta ferroviaria Città di Castello-Umbertide rientrano negli interventi per complessivi 63 milioni di euro finanziati dal CIPE per le infrastrutture ferroviarie dell’Umbria e fanno parte dell’accordo tra Regione, Umbria TPL e RFI per accelerare il processo di adeguamento del trasporto su ferro regionale agli standard tecnologici e di sicurezza della rete nazionale.
 
Nota del Gruppo consiliare PD Città di Castello sui lavori linea ferroviaria Città di Castello Umbertide "Il gruppo consiliare del Partito Democratico di Città di Castello esprime soddisfazione circa la notizia dell'impegno espresso dal Direttore d'esercizio ferroviario di Umbria TPL e Mobilità Mauro Fagioli riguardante l’imminente inizio dei lavori nella tratta ferroviaria Città di Castello - Umbertide, ferma da tempo . Lavori urgenti da realizzare entro la fine del 2017, quindi in pochi mesi, che dovrebbero riqualificare il sistema ferroviario e rilanciare il trasporto pendolare, studentesco e turistico, ridando dignità a tale risorsa di mobilità alternativa ed ecologica. Interventi che speriamo abbiano la lungimiranza di tenere in previsione futura anche un utilizzo per il trasporto merci e l’interconnessione con la piastra logistica, realizzata a confine tra i comuni di Città di Castello e San Giustino e che permettano l' utilizzo di treni elettrici, rispettosi per l’ambiente e il pensionamento di quelli obsoleti a gasolio. Noi ribadiamo il nostro impegno politico nel monitorare la situazione, lo stato dei lavori , la tempistica e l'efficacia degli stessi, affinché possa essere restituita dignitosamente alle nostre comunità questa infrastruttura importantissima".
Gaetano Zucchini Capogruppo PD Città di Castello

 
Nota del consigliere comunale Andrea Lignani Marchesani (FdI) Il PD tifernate abbia il pudore di tacere Chi ha governato la Regione ed i trasporti umbri negli ultimi decenni? Chi ha portato allo sfascio la ex ferrovia centrale umbra con treni sporchi, linea interrotta e convogli lumaca? Forse il PD tifernate ignora gli inviti a comparire della Corte dei Conti che coinvolgono le ultime due giunte regionali tra cui un'ex sindaco di Città' di Castello per la mala gestione di 45 milioni di euro destinati ai trasporti? Se la situazione non fosse drammatica ci sarebbe da sbellicarsi dalle risate sul patetico tentativo di mettere il cappello sull'auspicato ma assai improbabile rilancio della ex Ferrovia centrale umbra da parte del Partito che ha sempre sostenuto i politici che ora devono rendere conto di questa situazione. Il PD tifernate avrebbe dovuto fare un comunicato di scuse ai cittadini per il disastro della loro gestione dei trasporti o almeno avere il pudore di tacere.
 

Data della notizia:  08.08.2017 h 14:35

 
comments powered by Disqus

Ultime Notizie

 

Digitare almeno 3 caratteri.