11.10.2017 h 14:10 di  Valtiberina Informa

commenti
 

Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, Lunedi 23 ottobre a Citta’ di Castello

Al teatro degli Illuminati, per una lectio magistralis su Leopoldo Franchetti in occasione centenario scomparsa
Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, Lunedi 23 ottobre a Citta’ di Castello
Pietro Grasso
Il Presidente del Senato On. Pietro Grasso ha accettato l’invito della Fondazione Franchetti Hallgarten e del Comune di Città di Castello di essere presente nel capoluogo tifernate a tenere una lectio magistralis per raccontare la modernità della figura di Leopoldo Franchetti, in occasione del centenario della sua scomparsa. La lectio magi-stralis, ”Franchetti, il Mezzogiorno e la mafia”, si terrà, Lunedì 23 ottobre alle ore 18.00, presso il teatro comunale di Città di Castello e sarà aperta a tutta la cittadinanza. Il viaggio che Leopoldo Franchetti fece assieme all’amico Sidney Sonnino nel meridione d’Italia toccando Campania, Molise, Calabria e Sicilia produsse un'inchiesta in due volumi che venne pubblicata nel 1876: uno dei più alti esempi di indagine sociale dell'Ottocento, che racconta con straordinaria modernità la vita povera e senza spe-ranza dei contadini. L'inchiesta, la cui copia autografa è conservata presso la Biblioteca storica di Villa Montesca, ha proposto per la prima volta alla nazione appena nata la "questione meridionale" e ha fatto conoscere agli italiani che cosa era la mafia. A parla-re di mafia, politica e società in Sicilia, ripercorrendo le tappe intellettuale e filosofiche della vita di Leopoldo Franchetti, sarà dunque in questa occasione straordinaria, il Pre-sidente del Senato, On. Pietro Grasso, magistrato a ventiquattro anni, sostituto procu-ratore della Repubblica a Palermo e protagonista di indagini relative alla criminalità or-ganizzata e alle infiltrazioni nella pubblica amministrazione ed è giudice “a latere” nel maxiprocesso contro la mafia. Agli inizi degli anni Novanta, il magistrato siciliano viene chiamato a ricoprire il ruolo di addetto al coordinamento delle attività riguardanti la Di-rezione affari penali del Ministero di Grazia e Giustizia e diventa procuratore aggiunto della Direzione Nazionale Antimafia: in questa occasione, ha l'opportunità di coordinare e seguire da vicino le inchieste portate avanti dalle Procure di Firenze e Palermo sulle stragi degli anni 1992 e 1993. Nel 1999 Grasso è Procuratore Capo della Procura della Repubblica a Palermo. I risultati ottenuti permettono al giudice di essere scelto come Capo della Procura Nazionale Antimafia, nel 2005 e dal 2013 è Presidente del Senato. Autore di numerosi saggi, l’ultima pubblicazione “Storie di sangue, amici e fantasmi. Ricordi di mafia” e del 2017; un documento fondamentale per comprendere un pas-saggio delicato della vita del nostro paese, che lo ha visto protagonista assieme a Fal-cone e Borsellino. “La vicenda umana e politica narrata dall’on. Grasso, impegnato in prima linea nella difesa della legalità e conoscitore dell’opera di Leopoldo Franchetti, consentirà una visione profonda dell’eredità di Franchetti che la Fondazione si sta im-pegnando a diffondere ed attualizzare” ha dichiarato il Professor, Angelo Capecci, Presidente della Fondazione. “Fra meno di un mese ricorre il centenario della morte di Leopoldo Franchetti in un anno, il 2017, che ha già segnato il 170° anniversario della sua nascita. Città di Castello – hanno precisato il sindaco Luciano Bacchetta e il vice-sindaco, assessore alla cultura, Michele Bettarelli - si è preparata degnamente alla celebrazione della duplice ricorrenza e intende approfondire con rigore e sommo affetto l'esistenza del barone Franchetti, che noi qui continueremo a ricordare sempre insieme alla moglie Alice Hallgarten. Il grande programma di studi e di testimonianze con cui Città di Castello onorerà Leopoldo Franchetti avrà inizio, in forma solenne e partico-larmente adeguata allo scopo, con la presenza fra noi, lunedì 23 ottobre, del Presidente del Senato, Pietro Grasso. Ringraziamo vivamente il Presidente del Senato per avere accolto il nostro invito ad aprire le celebrazioni. Il suo saluto sarà l'autorevolissimo riconoscimento di un merito, fra i molteplici di Franchetti, che la storia del '900 ha posto senz'altro in primo piano. Entreremo dunque, grazie a Pietro Grasso, nel mondo morale e intellettuale di Leopoldo Franchetti attraverso la via regia del suo impegno per la legalità. E così tutto il panorama del lavoro politico, economico e filantropico che Leo-poldo Franchetti ha realizzato anche a Città di Castello – hanno concluso Bacchetta e Bettarelli - in maniera molto originale a Città di Castello, si aprirà in tutto il suo splendore davanti ai nostri occhi.” “I cittadini che desiderano essere presenti al Teatro Comunale possono prenotare il posto on line sul sito http://www.montesca.it/centenario oppure telefonando alla Fondazione Franchetti al numero 075/8521512. A coloro che si presenteranno direttamente presso il teatro verrà garantito l’ingresso fino ad esau-rimento dei posti disponibili.
 
Edizioni locali collegate:  Città di Castello

Data della notizia:  11.10.2017 h 14:10

 
comments powered by Disqus

Ultime Notizie

 

Digitare almeno 3 caratteri.