15.01.2013 h 13:54 di  Michele Rossi

commenti
 

Marco Paolini e Mauro Biani sono i vincitori del Premio Cultura della Pace e del Premio Nonviolenza

Oggi Leonardo Magnani ha annunciato i due vincitori dei premi presso la sala conferenze della Biblioteca Comunale di Sansepolcro. L'arte diventa protagonista in questa undicesima edizione.
Marco Paolini e Mauro Biani sono i vincitori del Premio Cultura della Pace e del Premio Nonviolenza
"Il premio Cultura della Pace ha una decisa importanza per l'amministrazione comunale di Sansepolcro ma soprattutto per la cittadinanza tutta", queste le parole dell'Assessore alla contemporaneità e vicesindaco di Sansepolcro Andrea Laurenzi che ha aperto la conferenza stampa di questa mattina presso la Biblioteca di Sansepolcro alla quale erano presenti oltre al presidente dell'Associazione Cultura della Pace, Leonardo Magnani, anche Gianfranco Bellini de "Gli amici del fumetto" e Fabrizio Duca (Fez), in rappresentanza dell'amministrazione comunale di Città di Castello.

Il fumetto gioca un ruolo essenziale in questa edizione in quanto tra i partner oltre alla Fondazione di Liegro, al Movimento nonviolento e al Comune di Sansepolcro, si unisce anche il Comune di Città di Castello che da anni organizza delle interessanti mostre legate al fumetto.

E' proprio questo contatto, rappresentato in loco anche da Gianfranco Bellini de "Gli amici del fumetto", che ha permesso di organizzare le due mostre che collegano la Cultura della Pace alle vignette e al fumetto in generale: si terranno infatti due mostre, una a Città di Castello dal 9 al 16 Febbraio, e una a Sansepolcro dal 16 al 23 Febbraio che riporteranno i lavori del vincitore del Premio Nonviolenza 2012, Mauro Biani.

La motivazione dell'assegnazione è stata riportata in questi termini: "Per aver saputo raccontare con i propri disegni e le proprie vignette l'ipocrisia della guerra e della violenza che si fa sistema, ammantandosi di una falsa idealità pacifica, evidenziando come la nonviolenza possa essere strumento di verità, mezzo efficace e rispettoso dei diritti dell'uomo, per la risoluzione dei conflitti". 

L'altro premio, quello Cultura della Pace XI edizione, è andato all'attore Marco Paolini che da anni si schiera contro le ingiustizie e contro la guerra attraverso i suoi spettacoli. Paolini ha vinto il premio nonostante la grande concorrenza di nomi in lista come Corradino Mineo, Riccardo Petrella, Don Valerio Valeri e Agnese Moro.

Leonardo Magnani ha spiegato come questo premio sia stato deciso per riportare il mondo del teatro alla sua funzione di veicolo di messaggi importanti in un modo di crisi e di incertezze. Paolini rappresenta proprio il saper riuscire a portare all'attenzione la precarietà dell'uomo, dal punto di vista sociale, politico economico ed esistenziale, denunciando soprusi dei tanti poteri costituitisi che, senza attenzione per la comune umanità, pongono ogni uomo in situazioni di pericolo e di perdita di dignità.

Un'edizione importante questa che porta una maggiore attenzione al Premio grazie alla partnership con il comune di Città di Castello che si dice orgoglioso di appoggiare l'iniziativa per costruire i fondamenti per la pace e la cooperazione. Anche gli amici del fumetto vivono questa esperienza come veicolo per far conoscere questa "nuova arte" che spesso viene vista come fenomeno di nicchia quando invece rappresenta un importante veicolo ricco di significati profondi.

Per la premiazione dei due vincitori dovremo attendere Sabato 16 Febbraio in occasione dell'inaugurazione della mostra di Biani a Sansepolcro.
 
Edizioni locali collegate:  Sansepolcro Città di Castello

Data della notizia:  15.01.2013 h 13:54

 

mediagallery

  • Premio Cultura della Pace 2012: le parole di Leonardo Magnani

 
1
comments powered by Disqus

Ultime Notizie

 

Digitare almeno 3 caratteri.