15.02.2018 h 19:15 di  Valtiberina Informa

commenti
 

Sesta serata di "Pieve Classica" all'insegna del jazz

Sabato prossimo 17 Febbraio sesta tappa della stagione, sarà dedicata al grande Jazz. Tocca infatti al Gio' Belli Jazz Manouche Trio calcare il palco del Papini, l'affermata band composta da Giovanni Belli, Lead Guitar, Marco Gelli , Rythm Guitar e Mauro Mussoni , Double Bass
Sesta serata di "Pieve Classica" all'insegna del jazz
Foto generica di repertorio
Prosegue con grande successo di pubblico e critica la stagione di Pieve Classica 2018 a Pieve Santo Stefano. E dopo il tango argentino eseguito da Paolo Fiorucci e Marta Paceschi ,Sabato prossimo 17 Febbraio sesta tappa della stagione, sarà dedicata al grande Jazz. Tocca infatti al Gio' Belli Jazz Manouche Trio calcare il palco del Papini, l'affermata band composta da Giovanni Belli, Lead Guitar, Marco Gelli , Rythm Guitar e Mauro Mussoni , Double Bass. Il talentuoso trio si ispira alla musica Gipsy jazz del grande chitarrista americano Django Reinhardt, dalla tradizione musicale tzigana al virtuosismo, al jazz americano con le sonorità anni trenta-quaranta. Il leader Giovanni Belli è un affermato chitarrista dotato di grande sensibilità musicale. Ha al suo attivo una brillante carriera, esibendosi nei più importanti jazz festival italiani. Può vantare importanti collaborazioni con affermati artisti italiani e stranieri. Gli ultimi lavori discografici sono il CD "Reaction" del 2014 per la TRJ records ed il CD "Good morning Django" del 2016 sempre per la stessa etichetta. Ma la serata sarà doppiamente importante, sia per la presentazione del nuovo CD, con 7 brani inediti, ma anche e forse soprattutto per l'ospite della serata, il clarinettista di fama mondiale Nico Gori, membro stabile del quintetto dei "Visionari" di Sergio Bollani, della Vienna Art Orchestra, e collaboratore dei più grandi jazzisti del panorama attuale, quali Tom Harrell, Leo Konitz, i famosi "Chicago Underground", Enrico Rava, Renato Sellani, Antonello Salis, Ellade Bandini, Ares Tavolazzi e molti altri. Un artista veramente completo, avendo collaborato anche a molti progetti "pop" di cantanti famosi quali Anna Oxa, Fabio Concato, Gino Paoli. Già nel 2000 vince il premio Urbani come miglior talento italiano emergente, con un susseguirsi di riconoscimenti fino al 2017 quando vince il Jazzit Awards come miglior clarinettista italiano. Chi assisterà al concerto di Sabato potrà quindi godere del suo talento assieme a quello di Giovanni Belli e del suo affermato trio in un concerto che si annuncia di grande livello artistico, imperdibile per gli appassionati. Orario di inizio 21,15, Teatro Papini a Pieve Santo Stefano, stagione Pieve Classica 2018.
 
Edizioni locali collegate:  Pieve S. Stefano

Data della notizia:  15.02.2018 h 19:15

 
comments powered by Disqus

Ultime Notizie

 

Digitare almeno 3 caratteri.