17.05.2018 h 16:50 di  Valtiberina Informa

commenti
 

“Ti presento l’agriturismo 100% toscano”. Parte il tour dei B2B di Campagna Amica Arezzo

Le aziende del circuito messe in rete e supporto agli agriturismi per il facile reperimento dei prodotti 100% toscani che devono essere somministrati nel rispetto della normativa vigente e a difesa e valorizzazione della tipicità dell’accoglienza in fattoria. Presentati alle strutture ricettive l’Aglione, il pomodoro a pezzetti in barattolo ed il melone e l’anguria della Valdichiana, la Pasta 100% Made in Tuscany della Valtiberina ed il primo aceto Toscano.
“Ti presento l’agriturismo 100% toscano”. Parte il tour dei B2B di Campagna Amica Arezzo
Un agriturismo sempre più ambasciatore del territorio aretino dove gli agriturismi e le aziende di Campagna Amica si incontrano per conoscersi, fare rete e favorire l’acquisto dei prodotti 100% Made in Tuscany.
E’ così che prende vita un nuovo percorso promosso dall’Associazione Terranostra Coldiretti di Arezzo che è ormai inserita appieno nella grande progettualità Coldiretti con gli agriturismi di Campagna Amica, grande ed importante realtà nel panorama del settore agrituristico che non può far altro che crescere dando risposte alle imprese e mettere in campo tutte quelle azioni volte a difendere e valorizzare la tipicità dell’accoglienza in fattoria.
“Abbiamo deciso di mettere in rete le aziende del circuito e supportare gli agriturismi per il facile reperimento dei prodotti 100% toscani che devono essere somministrati nel rispetto della normativa vigente e per difendere  e valorizzare la tipicità dell’accoglienza in fattoria – spiega il Direttore di Coldiretti Arezzo Mario Rossi - abbiamo colto con entusiasmo la volontà di alcune aziende della rete di organizzare una serata di presentazione dei prodotti 100% toscani quali la Società Agricola Valdichiana di Rampi E. & P. con l’Aglione della Valdichiana, il pomodoro a pezzetti in barattolo, ed melone e l’anguria, l’Azienda Agricola Toscodoro con la pasta Toscana proveniente dalla Valtiberina e l’Azienda Agricola I Natali con il primo aceto toscano. Presentazione – continua Rossi – che si è tenuta presso l’agriturismo Fattoria le Rocche di Capolona dell’AgriChef di Campagna Amica Sara Barbara Guadagnoli, durante la quale le aziende hanno avuto modo di raccontare la loro storia, spiegare la distintività e peculiarità dei prodotti agli oltre 40 operatori agrituristici presenti. A poche ore di distanza dal B2B, sappiamo che alle aziende, sono già arrivati molti ordini firmati dalle strutture agrituristiche che hanno preso parte alla serata. Questo dimostra la forza di un marchio sempre più sinonimo di filiera corta, di ospitalità, sostenibilità, qualità ed eticità in sintonia con un nuovo stile di vita desiderato dal consumatore”.
I dati che riguardano del settore vedono la Toscana come la regione italiana con il più alto numero di agriturismi (con 4.518 circa il 20% del totale) e con il più alto numero di posti letto (26.291 posti letto in più nel periodo 2003-2016).
Con 539 agriturismo certificati (il 12,9% del totale della Toscana) per un totale di 7.630 posti letto (circa 14 posti letto a struttura) vale a dire il 12,5% del totale regionale, il territorio aretino si conferma quarta provincia della Toscana e tra le prime dieci in Italia per presenza di agriturismi. Di questi 539, 126 forniscono anche il servizio di ristorazione recuperando la tradizione culinaria del territorio.
In questi contesti mantenere inalterate le tradizioni alimentari è una qualità molto apprezzata dagli ospiti, insieme alle altre attività proposte e il marchio, secondo la Coldiretti, diventa uno strumento di identificazione, o meglio di distintività, importante.
“La legge regionale toscana sull’agriturismo è la prima legge italiana che rispecchia in pieno il progetto di Coldiretti e Campagna Amica – afferma il presidente di Coldiretti Toscana e Arezzo Tulio Marcelli -  una legge pilastro della difesa del Made in Italy e del Made in Tuscany che apre all’agricoltura toscana e aretina.  Leggi come questa – procede Marcelli - sono quelle che fanno vivere l’agricoltura. E’ una legge che difende la distintività, dobbiamo essere in grado di rispettarla perché se non riusciamo a comprendere l’essenza del suo regolamento svalutiamo l’agricoltura ed e per questo che occorre favorire momenti di incontro come questi dove produttori e agriturismi si incontrano per tutelare il Made in Tuscany”.
Coldiretti Arezzo è da sempre impegnata in prima linea per garantire che negli agriturismi di Campagna Amica si possano trovare prodotti di stagione, freschi, di qualità, gustosi e 100% italiani nel rispetto della normativa e per la valorizzazione e distintivita dell’agriturismo.
Se l’incontro avviene tra produttori e consumatori, ci guadagnano entrambi. E ci guadagna anche il gusto, la genuinità e la freschezza di quello che mangiano i consumatori finali!
 
 
 
 
Edizioni locali collegate:  Arezzo

Data della notizia:  17.05.2018 h 16:50

 
comments powered by Disqus

Ultime Notizie

 

Digitare almeno 3 caratteri.