Salute

 
  • Sansepolcro, centro trasfusionale rinnovato: si dona in un ambiente più confortevole Sansepolcro, centro trasfusionale rinnovato: si dona in un ambiente più confortevole

    Un centro trasfusionale in grado di accogliere i numerosi donatori e di dare risposte all’avanguardia a chi lo deve frequentare per un bisogno di salute. E’ stato inaugurato questa mattina, dopo la ristrutturazione che lo ha dotato di moderne attrezzature e spazi più ampi. “L’attenzione verso l’ospedale della Valtiberina è sempre alta. Lo dimostrano gli investimenti in tecnologia ed innovazione - ha commentato Enrico Desideri, direttore generale della Asl Toscana sud est.

     
  • L’ospedale di Città di Castello premiato da un’indagine nazionale sulla umanizzazione e accoglienza L’ospedale di Città di Castello premiato da un’indagine nazionale sulla umanizzazione e accoglienza

    “I risultati dell’indagine dell’Agenzia Nazionale dei Servizi Sanitari sul grado di umanizzazione degli ospedali hanno evidenziato il livello qualitativo in termine di prestazioni, assistenza e accoglienza degli ospedali della Usl Umbria 1 ed in particolar modo quello di Città di Castello sempre più a portata di utenti e famiglie nel fornire informazioni adeguate, accesso, confort e cura. I dati, i report riferiti alle singole indagini sulle strutture ospedaliere evidenziano risultati più che lusinghieri per l’ospedale...

     
  • USL Umbria 1, importante riconoscimento per l’impegno nell’ascolto dei bisogni dei pazienti USL Umbria 1, importante riconoscimento per l’impegno nell’ascolto dei bisogni dei pazienti

    I primi risultati dell’indagine dell’Agenzia Nazionale dei Servizi Sanitari sul grado di umanizzazione degli ospedali, fanno emergere l’impegno della Usl Umbria 1 nell’ascolto dei bisogni dei pazienti, dall’accoglienza alla sicurezza delle cure. Gli ospedali di Città di Castello, Gubbio-Gualdo Tadino, Media Valle del Tevere e Umbertide che hanno partecipato all’indagine nel corso del 2017, hanno ottenuto punteggi molto elevati e tendenzialmente superiori alla media regionale.

     
  • Ospedale San Donato: Agostino Ognibene è il nuovo direttore del Laboratorio analisi Ospedale San Donato: Agostino Ognibene è il nuovo direttore del Laboratorio analisi

    Ha preso servizio questa mattina all’ospedale San Donato di Arezzo il nuovo direttore del Laboratorio analisi, Agostino Ognibene. La direzione ospedaliera lo ha accolto nel suo nuovo posto di lavoro. “L'arrivo del nuovo direttore del Laboratorio- commenta Massimo Gialli direttore del P.O. San Donato- è evento di primaria rilevanza per il nostro ospedale e per tutta l'Azienda. Qui confluiscono campioni ematici e di altra natura dal territorio di tutta la nostra provincia per 450.000 prelievi annui,

     
  • Un laboratorio di biologia molecolare al San Donato Un laboratorio di biologia molecolare al San Donato

    All’interno del reparto di Anatomia Patologica del San Donato di Arezzo parte il nuovo laboratorio di Biologia molecolare, dove saranno presenti in modo unificato tutte le attività di diagnostica molecolare (oncologica, virologica). Obiettivo del laboratorio: garantire il farmaco giusto al paziente giusto. Si chiama Medicina di precisione.

     
  • Uno scooter attrezzato al 118 aretino, a bordo l’infermiere Uno scooter attrezzato al 118 aretino, a bordo l’infermiere

    Uno scooter infermieristico di soccorso avanzato in dotazione alla Centrale Operativa del 118 di Arezzo. E’ stato presentato questa mattina alla stampa il nuovo mezzo che verrà utilizzato dall’infermiere che si trova in stand-by alla Centrale perché a disposizione per i trasferimenti. Una risorsa aggiuntiva quindi, al normale setting, con l’obiettivo di incrementare l’operatività di un sanitario nel territorio accorciando i tempi di intervento anche in caso di traffico e...

     
  • Ospedale Perugia: Cresce l'attività chirurgica oncologica Pediatrica. La storia a lieto fine del piccolo Angelo, guarito dopo un intervento al rene  Ospedale Perugia: Cresce l'attività chirurgica oncologica Pediatrica. La storia a lieto fine del piccolo Angelo, guarito dopo un intervento al rene

    La struttura complessa di Chirurgia Pediatria dell'Azienda Ospedaliera di Perugia nell'ultimo semestre ha fatto registrare un incremento di attività di alta complessità e, anche alla luce di un intervento eseguito pochi giorni fa su un bambino di pochi mesi di vita, che ora proprio nella giornata di sabato 30 giugno è stato considerato guarito , vuole ribadire che "l'obbiettivo principale resta quello di migliorare tutti gli aspetti dell’offerta assistenziale e di impegno nella riduzione di trasferimenti di pazienti...

     
  • Una rete a sostegno dei disabili gravi, al via il “Dopo di Noi” Una rete a sostegno dei disabili gravi, al via il “Dopo di Noi”

    Ai nastri di partenza anche nella Zona Distretto Aretina il progetto “Dopo di Noi” che, in base alla legge nazionale n. 112/2016, riguarda l’assistenza in favore delle persone con disabilità grave, prive del sostegno familiare. Le risorse assegnate alla Zona Aretina, individuata come capofila, ammontano a 347.537,50 euro. La somma è composta dal finanziamento regionale di 313.875 euro e dal cofinanziamento dei vari partner pari a 33.662,50.

     
  • Il “Dopo di Noi” porta 200 mila euro in Valtiberina Il “Dopo di Noi” porta 200 mila euro in Valtiberina

    In Valtiberina arrivano quasi 200.000 euro per le persone con disabilità grave prive del sostegno familiare. E’ un progetto che vede la Ausl Toscana sud est come capofila e che la Regione Toscana ha approvato e in parte finanziato per la legge nazionale 112/2016 sul “Dopo di noi”.

     
  • Ospedale di Arezzo: Il mal di schiena ha un’equipe dedicata Ospedale di Arezzo: Il mal di schiena ha un’equipe dedicata

    Un algologo, un fisiatra, un fisioterapista e un reumatologo. E’ così composta la nuova equipe per la presa in carico di pazienti con il mal di schiena, un modello organizzativo sperimentale che prenderà il via entro giugno nei centri di terapia del dolore degli ospedali di Arezzo, Nottola e Grosseto. La sperimentazione coinvolgerà una serie di pazienti già individuati dagli specialisti e dal mese di ottobre diventerà definitiva in tutto il territorio aziendale.

     
  • Consegnati alla fondazione Ieo Milano gli assegni della raccolta fondi avviata con il calendario “Alla faccia del cancro” Consegnati alla fondazione Ieo Milano gli assegni della raccolta fondi avviata con il calendario “Alla faccia del cancro”

    Si è chiuso un cerchio, ma solo per ora, sulla raccolta fondi portata avanti in questi mesi in favore della Fondazione Ieo-Ccm di Milano. Infatti ieri sono stata ricevuta dalle responsabili delle raccolta fondi della Fondazione Ieo, Rosalia Enrico e Marta Medi (nella foto) alle quali ha consegnato l'assegno del contributo relativo alle iniziative del calendario "Alla faccia del cancro": Poi ho consegnato pure l'assegno dell'Inner Wheel di Città di Castello che ha voluto dedicare una sua...

     
  • Centri antiviolenza e codice rosa, l’unione fa la forza. Ecco i dati di accesso al percorso della asl Toscana sud est nel 2017 Centri antiviolenza e codice rosa, l’unione fa la forza. Ecco i dati di accesso al percorso della asl Toscana sud est nel 2017

    “Conosceva i miei punti deboli, a quelli si aggrappava per ricattarmi. Io non sapevo ribellarmi, avevo troppa paura delle sue reazioni e pensavo che nessuno potesse aiutarmi, diceva di amarmi ma subito dopo mi faceva sentire una nullità, fino a quando...” Il pensiero di chi subisce violenza, che sia psicologica, verbale o fisica, è questo, e difficilmente il pensiero si tramuta in parole. I casi di cronaca aumentano, ma la via d’uscita c’è. Una Rete che funziona e che vuole evitare che quel “fino a quando” ...

     
  • »
  •  

Digitare almeno 3 caratteri.