10.11.2017 h 16:00 di  Valtiberina Informa

commenti
 

Ad Arezzo l’agriturismo e’ social, formazione mirata con Google alle strutture ricettive agrituristiche

 Ad Arezzo l’agriturismo e’ social, formazione mirata con Google alle strutture ricettive agrituristiche
“Jane è una professoressa di lettere, ha la passione per la letteratura, la fotografia ed è amante del cicloturismo, cosa dovrebbe fare una struttura agrituristica per riuscire ad essere più accattivante possibile per questo profilo? Come dovrebbe muoversi a livello di marketing e comunicazione?” così Paolo Roganti, formatore di Google e tutor per la digitalizzazione delle imprese ha esordito difronte ad una platea gremita di agriturismi della provincia di Arezzo ieri pomeriggio presso la Camera di Commercio di Arezzo per il workshop organizzato da Coldiretti e Terranostra – Campagna Amica Arezzo in collaborazione con la CCIAA di Arezzo dal titolo “Strategie di marketing e comunicazione per l’impresa agrituristica” ed indirizzato a tutte quelle strutture che vogliano conoscere le nuove opportunità date dal web per incrementare i flussi turistici, volto a scoprire come si sviluppa una strategia online e ad individuare gli elementi chiave per promuovere al meglio l’azienda agrituristica, capire quali sono i principi dell’attività di comunicazione, scegliere i giusti canali social in base agli obiettivi prefissati.
Presente per la Camera di Commercio il Segretario Generale Giuseppe Salvini che ha portato il suo saluto e ha sottolineato l’importanza di iniziative di formazione volte alle aziende che intendono affrontare la nuove sfide del mercato turistico.
“Stiamo vivendo in un’epoca in cui la comunicazione fa parte delle nostre giornate, del nostro quotidiano, dove siamo letteralmente immersi e spesso dove non ne possiamo fare a meno – afferma il Presidente di Coldiretti Toscana e Arezzo Tulio Marcelli –i social network hanno influenzato il nostro modo di comunicare con gli altri aprendo nuovi spazi di promozione dei prodotti, anche di nicchia, oltre i confini materiali, raggiungendo nuovi mercati e clienti in tutto il mondo, con i nuovi media si coniugano i territori attraverso il gusto, la bellezza e la cultura, tutti elementi tipici dei nostri paesi”.
La lezione tenuta da docente di Google Paolo Roganti ha voluto indirizzare le aziende verso la giusta strada da percorrere per individuare nel migliore dei modi la corretta strategia di comunicazione da utilizzare per promuoversi.
“La rivoluzione è stata, più che tecnologica, principalmente sociale: gli utenti  sono sempre più indipendenti – spiega il Presidente Marcelli -  in grado di produrre contenuti e condividerli, di scambiarsi informazioni. Tutto questo ha portato alla nascita di una nuova tipologia di viaggiatori, che si informa online senza bisogno di intermediazioni o di qualcuno che confezioni loro una vacanza pronta, vogliono essere loro stessi a cercare e a trovare ciò che desiderano, a livello regionale è  attivo un servizio di web marketing che si occupa di fornire assistenza e consulenza specializzata sul web marketing per migliorare l’immagine delle aziende”. 
Sfruttare al massimo le potenzialità della rete e dei nuovi media è sicuramente una scelta lungimirante della quale oggi neanche le aziende agrituristiche possono fare a meno, perché i social media sono preziosi strumenti che spesso a costo zero o con costi veramente irrisori, permettono di comunicare al mondo il lavoro quotidiano e quindi essere di appeal per l’utente che sta cercando la meta del prossimo viaggio.
“L’incontro di ieri rappresenta un ulteriore momento di approfondimento iniziato da Coldiretti Arezzo tre anni fa – illustra il Direttore di Coldiretti Arezzo Mario Rossi – abbiamo sempre creduto molto sulla comunicazione e sui nuovi media, oggi poi l’agricoltura, il ritorno alla terra, la multifunzionalità dell’impresa agrituristica, i corsi di cucina, i laboratori per i più piccoli insomma sono tutte attività che le aziende svolgono quotidianamente e che sono di forte attrazione per il pubblico della rete”.
Le aziende hanno partecipato alla lazione con molto interesse, aprendo anche un animato dibattito con il docente sulle tecniche ed i segreti da utilizzare per sapersi innovare sempre di più.
“I dati parlano chiaro – prosegue il Direttore Rossi -più della metà della popolazione mondiale usa uno smartphone, quasi due terzi della popolazione possiede un telefono cellulare, più della metà del traffico internet è generato da telefoni, più di una persona su cinque della popolazione mondiale ha effettuato almeno un acquisto online negli ultimi 30 giorni anche per questo abbiamo pensato a questo workshop, perché Coldiretti Arezzo vuole essere al servizio dell’impresa agrituristica a 360° - conclude Rossi - fornendo gli adeguati strumenti ed il corretto supporto alle aziende quotidianamente ed in tutti i settori di cui necessitano di sostegno come in quello del web marketing. L'agriturismo rappresenta il punto di raccordo tra qualità della produzione agroalimentare e la valorizzazione dei territori di origine e le aziende sono sempre più protagoniste oggi con innovazione, servizi e distintività, per questo continueremo a fornire supporto, knowhow e consulenza per la loro crescita”.
 
 
 
 
 
 
Edizioni locali collegate:  Arezzo

Data della notizia:  10.11.2017 h 16:00

 
comments powered by Disqus

Ultime Notizie

 

Digitare almeno 3 caratteri.