09.08.2017 h 15:44 di  Valtiberina Informa

commenti
 

Approvato a maggioranza dal consiglio comunale di Città di Castello assestamento di bilancio e Dup

Approvato a maggioranza dal consiglio comunale di Città di Castello assestamento di bilancio e Dup
Palazzo comunale Città di Castello
Approvato dal consiglio comunale di Città di Castello l’assestamento di bilancio con il voto favorevole della maggioranza (Pd, Psi, La Sinistra), il voto contrario di Castello Cambia, Lega Nord, Movimento 5 Stelle. “Aggiorniamo il bilancio votato a fine marzo. Camminiamo in linea con le previsioni, che, seppure complesse per le minori risorse, stanno dimostrandosi sostenibili e compatibili con gli obiettivi che ci siamo dati”: questa la sintesi con cui il vicesindaco e assessore al Bilancio del comune di Città di Castello Michele Bettarelli lo ha presentato al consiglio comunale di lunedì 31 luglio. “La variazione netta è di 800mila euro nel pareggio tra entrate ed uscite. In entrata poste significative per 250mila euro, trasferiti dall’Auri per disagio ambientale, minori introiti per 100mila euro e altrettanti dai canoni dei loculi cimiteriali perché sono in costruzione i nuovi, stanziamenti aggiuntivi invece per trasporti e mensa scolastica o per minori non accompagnati. 225 mila euro verranno dalla Regione per l’efficientamento del Palazzetto dello Sport e 40mila euro dalle sanzioni per abusi edilizi. Sono aggiustamenti molto prudenti e cautelativi che tengono conto della situazione”. Nel dibattito Riccardo Augusto Marchetti, capogruppo della Lega Nord, ha ricordato “la nostra mozione per rifarsi sul patrimonio degli immigrati nella loro patria. Il problema dei minori non accompagnati si colloca in questo alveo. Dobbiamo dire no alle famiglie italiane per aiutare gli stranieri”. Vincenzo Bucci, capogruppo di Castello Cambia, ha focalizzato sul “disagio ambientale: nelle uscite nessun elemento di pertinenza per questa entrata. Questi soldi dove vanno?”. Bettarelli ha chiarito che “i 250mila sono vincolati alle zone prossimali alla discarica. I minori non accompagnati sono assegnati dal Ministero ed è un obbligo farsene carico”. Approvato con la stessa votazione anche l’adeguamento del Dup, Documento unico di programmazione: “A distanza di qualche mese - la manovra economica è stata varata lo scorso 30 marzo - aggiorniamo il principale strumento di programmazione su un intervallo di tempo molto breve. Voteremo quindi un documento necessariamente simile alla precedente redazione per quanto riguarda il Dup. E’ stato aggiornato il contesto economico, gli indicatori economici, il piano delle partecipate e delle opere pubbliche, i dati contabili del bilancio all’assestato, le risorse del personale, lo stato di attuazione dei programmi”. In seguito il consiglio, su proposta ed illustrazione dell’assessore all’Urbanistica Rossella Cestini ha approvato la declassificazione di una strada vicinale in località Segno di Lugnano. Quindi Bettarelli ha ripreso la parola per comunicare all’aula una variazione di cassa. Terminati i punti finanziari, è stato il sindaco Luciano Bacchetta a chiedere la sospensione della seduta e il rinvio dei rimanenti argomenti alla convocazione di fine agosto. Tale proposta è stata fortemente criticata dal capogruppo del Movimento 5 stelle Marco Gasperi, che nel dibattito di un precedente punto aveva già previsto questo esito: “Gettate fumo negli occhi nei cittadini. Entro il 31 luglio vi interessa di approvare gli adempimenti dell’assestamento. Poi scioglierete la seduta. State abbandonando il campo”. La minoranza tramite il consigliere della Lega Nord Valerio Mancini ha detto “di essere disponibile a mantenere il numero legale e proseguire”. La votazione ha decretato parere favorevole alla proposta del sindaco e il presidente del consiglio comunale Vincenzo Tofanelli ha dichiarato “la fine della seduta”. Ma si torna in aula tra meno di un mese, il 28 agosto.
 
Edizioni locali collegate:  Città di Castello

Data della notizia:  09.08.2017 h 15:44

 
comments powered by Disqus

Ultime Notizie

 

Digitare almeno 3 caratteri.