12.09.2017 h 14:53 di  Valtiberina Informa

commenti
 

Citta’ di Castello torna in classe: gli auguri di buon lavoro di sindaco ed assessore al popolo della scuola

Citta’ di Castello torna in classe: gli auguri di buon lavoro di sindaco ed assessore al popolo della scuola
Assessore Cestini e sindaco Bacchetta
“Auguri di buon lavoro agli studenti, alle famiglie e ai lavoratori della scuola” dal sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta e dall’assessore alle Politiche educative Rossella Cestini, che in una nota ricordano come “la riapertura delle scuole sia un cambiamento di regime un po’ per tutti, dal quale pochi rimangono indenni. Oggi è un giorno di vigilia per tanti tifernati: genitori, figli ma anche nonni e le diverse professionalità, - da chi conduce l’autobus ai volontari degli Oratori - collegate a questo momento forte della vita cittadina. Il pensiero dell’Amministrazione comunale va ai tifernati che si preparano ad impegni forse più incalzanti e faticosi ma essenziali per costruire il futuro”. Sono circa 6400 i tifernati che domani, mercoledì 13 settembre, torneranno sui banchi di scuola: la stima tiene conto anche dei più piccoli tra gli utenti dei servizi pubblici, i 185 iscritti ai nidi e ai centri per bambini e bambine di Città di Castello, che hanno anticipato il rientro all’inizio del mese. Le proporzioni tra i vari ordini e gradi definiscono le superiori come insieme più numeroso con circa 2300 studenti, seguite dalle primarie con circa 1700, dalle medie ex aequo con le scuole dell’infanzia, poco meno di 1100. Chiudono i 185 dei nidi comunali, un numero record, pari alla massima capienza dei servizi, con una lista di attesa di circa 50 bambini.
“Abbiamo deciso di condividere il primo giorno di scuola con i bambini della primaria di Lerchi, tornati, così come il Comune si era impegnato a fare, nella loro scuola, dopo i lavori di adeguamento sismico” annunciano sindaco ed assessore “In attesa dell’inaugurazione ufficiale, abbiamo scelto di esserci per sottolineare come il valore prioritario sia l’affidabilità degli ambienti destinati alla formazione. Guardando indietro, le criticità del trasferimento oggi appaiono ampiamente compensate dalla realtà di una sede migliore sotto ogni punto di vista. Naturalmente Lerchi è una scelta simbolica, legata alla conclusione recente di una grande intervento di ristrutturazione e perché l’Amministrazione ci tiene ad accogliere i bambini, insieme al dirigente, alle insegnanti e ai collaboratori, quando entreranno per la prima volta nella nuova scuola. Nel corso delle prossime settimane, effettueremo altre visite nei plessi interessati da situazioni in divenire, continuando a lavorare per la qualità del sistema scolastico cittadino”.
Quanto ai servizi, il trasporto scolastico partirà in concomitanza con il nuovo anno scolastico mercoledì 13 settembre mentre la ristorazione scolastica il 20 settembre. I numeri dell’anno scorso parlano di circa 490 studenti che si avvalgono dei pulmini e di circa 1900 bambini, tra materna e primaria, iscritti alla mensa"
 
Edizioni locali collegate:  Città di Castello

Data della notizia:  12.09.2017 h 14:53

 
comments powered by Disqus

Ultime Notizie

 

Digitare almeno 3 caratteri.