13.05.2018 h 12:00 di  Valtiberina Informa

commenti
 

In scena il nuovo spettacolo del Laboratorio teatrale del Polo Tecnico Franchetti-Salviani “Decameron: gioia, dolore, passione” diretto da Valeria Marri

Teatro Comunale degli Illuminati - Città di Castello, Martedì 15 maggio 2018, ore 21.00
In scena il nuovo spettacolo del Laboratorio teatrale del Polo Tecnico Franchetti-Salviani “Decameron: gioia, dolore, passione” diretto da Valeria Marri
Martedì 15 maggio alle ore 21.00, al Teatro Comunale degli Illuminati di Città di Castello, il Laboratorio Teatrale del Polo Tecnico Franchetti-Salviani, diretto da Valeria Marri e seguito dai docenti Federica Barni e Urbano Pierucci, metterà in scena “Decameron: gioia, dolore, passione” con la rappresentazione di tre novelle: Calandrino e l’Elitropia, Federigo degli Alberighi e La badessa e le braghe. L’allestimento dei ragazzi mette in luce l’attualità del messaggio contenuto nelle novelle del Decamerone di Boccaccio, infatti a distanza di secoli ritroviamo una società che può ancora definirsi ‘appestata’: si pensi alla corruzione, all’inquinamento ambientale, alle mafie, all’impudenza dei potenti ed allo sfruttamento dei più deboli; un testo che ha offerto importanti spunti per riflettere e per confrontarsi durante il percorso sviluppato nei numerosi incontri pomeridiani. “Il costante lavoro portato avanti nel corso dell’intero anno scolastico, sotto la sapiente e coinvolgente regia della Marri, che ha curato anche le musiche” ha dichiarato il Dirigente Scolastico prof.ssa Valeria Vaccari “ha consentito ai ragazzi coinvolti di vivere momenti di socializzazione, con sviluppo della creatività, ha permesso il potenziamento delle capacità espressive, vocali e gestuali ed ha valorizzato attitudini individuali non emerse in altri ambiti”. La rappresentazione vedrà come interpreti: Araujo Gabriel Martins, Benni Gregorio, Bogliari Annalisa, Boschi Matto, Chiatti Alice, Chiatti Ilaria, Hajri Ebtisam, Mustafa Enime, Nejmi Ibtissam, Paredes Maria Teresa, Pausini Greta, Santini Michele ed anche l’ex studente Andrea Bucci nel ruolo della Peste, che colpì Firenze e l’Italia nel XIV secolo; le luci sono di Michele Pazzaglia. Lo spettacolo sarà messo in scena anche nelle mattinate di martedì e mercoledì per gli studenti dell’Istituto.
 
Edizioni locali collegate:  Città di Castello

Data della notizia:  13.05.2018 h 12:00

 
comments powered by Disqus

Digitare almeno 3 caratteri.