14.07.2017 h 10:39 di  Valtiberina Informa

commenti
 

Kilowatt Festival 2017: gli eventi in programma per sabato 15, domenica 16 e lunedì 17 luglio

Kilowatt Festival 2017: gli eventi in programma per sabato 15, domenica 16 e lunedì 17 luglio
Proseguono gli appuntamenti con la 15esima edizione del Kilowatt Festival che in questo weekend propone:
sabato 15 luglio:  ANTEPRIMA NAZIONALE del nuovo spettacolo di Ascanio Celestini, PRIMA ASSOLUTA degli spettacoli degli inglesi Displace Yourself Theatre e di Angius/ Festa / Woody Neri (premio NDN alla drammaturgia)
domenica 16 luglio: ANTEPRIMA NAZIONALE di "Kotekino Riff" di e con Andrea Cosentino e debutto di "My Place" della compagnia Qui e Ora con Silvia Gribaudi
lunedì 17: ANTEPRIMA NAZIONALE de "Il Monopolista" di Quotidiana.com,  il circo degli etiopi Fekat Circus, la danza di Francesco Marilungo e Davide Valrosso.
Fra i nomi più noti al grande pubblico il concerto di Raphael Gualazzi per la musica, Ascanio Celestini, il Teatro delle Albe, Andrea Cosentino per il teatro, Leo Bassi per il circo, Marco D'Agostin e Masako Matsushita per la danza.


ASCANIO CELESTINI PER LA PRIMA VOLTA A KILOWATT NELLA SECONDA GIORNATA DEL FESTIVAL

La seconda giornata del festival inizia con l'incontro pubblico "Acusma. Un teatro del suono" (Biblioteca, ore 16:00) che parte dalla recente pubblicazione di Enrico Pitozzi, "Acusma. Figura e voce nel teatro sonoro di Ermanna Montanari" per approfondire il ruolo del suono e della voce nel percorso artistico di Ermanna e del Teatro delle Albe. Parteciperanno all'incontro Luigi Ceccarelli, Marco Martinelli, Ermanna Montanari, Enrico Pitozzi.

Festival dialogante e accogliente, orientato sui nuovi linguaggi del contemporaneo che si svolge in una cittadina famosa nel mondo per essere il luogo di nascita di Piero della Francesca, nonché il luogo dove è concentrato il massimo numero delle sue opere conservate, a Kilowatt saranno presentati diversi spettacoli frutto di collaborazioni progettuali, prima fra tutte quella con il bando NDN / Network Drammaturgia Nuova. 
Guidato da Residenza Idra di Brescia, il network NDN individua 5 giovani drammaturghi ai quali offrire periodi di residenza con uno scrittore di chiara fama che li aiuti a sviluppare il loro progetto di testo teatrale.  A Kilowatt 2017 viene presentato, in prima assoluta, (Auditorium Santa Chiara, ore 18:00) il testo di Camilla Matiuzzo (vincitore 2017), “Opera sentimentale” allestito da Matteo Angius, Riccardo Festa e Woody Neri, già vincitori del bando di produzione e45 Fringe Festival Napoli 2015 con il progetto “O della nostalgia”. 

Presentato nell'ambito di  “Be SpectACTive!”, progetto europeo di cooperazione quadriennale, finanziato all'interno del Programma Cultura “Creative Europe” dell'Unione Europea, di cui sono enti capofila il Comune di Sansepolcro e CapoTrave/Kilowatt, con un partenariato con 12 istituzioni fra teatri, festival e università in rappresentanza di 9 nazioni coinvolte per un progetto che vuole approfondire il rapporto tra spettatori e artisti nella creazione e produzione nel settore delle performing artsFood for Thoughts” (prima assoluta, Teatro alla Misericordia, ore 20.45) degli inglesi Displace Yourself Theatre, è uno spettacolo quando mai attuale che indaga il mondo della nutrizione e l'influenza dell'industria del fast-food, cercando di capire come il cibo possa aiutare o danneggiare la salute degli esseri umani. Displace Yourself Theatre approda a Sansepolcro dopo le due residenze artistiche a York e Budapest, durante le quali la compagnia ha potuto confrontarsi con allevatori, intellettuali, esperti di nutrizione e spettatori, per la realizzazione dello spettacolo, che debutterà dopo dieci giorni di residenza nella cittadina toscana.
Iniziato il 1 dicembre 2014 “Be SpectACTive!”, progetto con cui il Comune di Sansepolcro e l’associazione CapoTrave/Kilowatt portano in Europa la caratteristica principale di Kilowatt, ovvero l’esperienza legata allo “spettatore attivo”,  proseguirà fino al 30 novembre 2018. Tra le numerose attività previste la creazione di 34 gruppi di spettatori attivi in otto città europee, la produzione di 21 nuovi progetti di teatro e danza, 54 residenze creative, la messa in scena di 153 spettacoli, la maggior parte dei quali scelti dai gruppi di spettatori attivi, e cinque conferenze internazionali sulla active spectatorship, la prima delle quali si è tenuta a Sansepolcro nell'estate 2015, la seconda nell’aprile 2016 a Bruxelles, la terza a Barcellona nel novembre 2016, la quarta a Sibiu nel giugno 2017, l'ultima a York nella primavera del 2018.

Per la prima volta a Kilowatt Ascanio Celestini, drammaturgo, attore e regista romano, presenterà, in anteprima nazionale, “Che fine hanno fatto gli indiani Pueblo? Storia provvisoria di un giorno di pioggia” (piazza Torre di Berta, ore 22:05). Celestini, una delle voci più apprezzate e premiate del teatro di narrazione italiano, dalla fine degli anni Novanta a oggi ha prodotto una dozzina di spettacoli teatrali, ha pubblicato vari libri di narrativa con Einaudi, ha diretto tre film e in innumerevoli altri ha partecipato in veste di attore, ed è stato ospite fisso su RaiTre e La7. 



Conclude la serata un racconto in tre atti, un giallo tutto da ridere al centro di “Nessuno può tenere Baby in un angolo”  (Auditorium Santa Chiara, ore 23:30) nuovo spettacolo scritto e diretto da Simone Amendola e Valerio Malorni, anche interprete, dopo la fortunata esperienza de “L'uomo nel diluvio” (Vincitore Premio In-Box, Finalista Premio Scenario, Segnalato Premio Rete Critica). 

TERZA SERATA DEL FESTIVAL CON ANDREA COSENTINO, IL PREMIO INBOX, IL NUOVO SPETTACOLO DI CAPOTRAVE E L'INAUGURAZIONE DEL PROGETTO MUSICALE

La terza giornata del festival si apre, domenica 16 luglio, alle ore 16, con l'incontro presso la Biblioteca de "Il velo è negli occhi di chi guarda", una riflessione, assieme a Luca Doninelli, Tahar Lamri, Marco Martinelli, Ermanna Montanari, Silvia Moresi, Maria Nadotti, dedicata al tema centrale dello spettacolo “Maryam”, e cioè la rappresentazione dei “femminili” legati all’Islam che viene fatta nell’arte e nella cultura occidentali. 

A seguire l'inaugurazione del nuovo progetto musicale del festival, a cura di Luca Garrò, giornalista musicale con esperienza decennale, collaboratore di prestigiose riviste come Rolling Stone e Jam e fra i curatori del Dizionario Pop Rock Zanichelli. "Time after time", titolo del progetto, prende spunto dal libro omonimo del critico musicale Enzo Gentile (Hoepli, 2016), che sarà presentato alle ore 18 presso Palazzo delle Laudi. Sulla falsariga del libro il progetto ripercorre attraverso la voce dei protagonisti - Cesare “Mac” Petricich (Negrita), Federico Poggipollini, Gianni Maroccolo, Bobo Rondelli, Andy (Bluvertigo), eventi, ricorrenze e, più in generale, l'influenza della musica pop rock sulla cultura italiana e internazionale degli ultimi cinquant'anni, evidenziandone lo sviluppo.

Primo spettacolo della serata una storia attualissima che parla di tolleranza e di intolleranza, delle tensioni sociali pronte a esplodere sotto un’apparente tranquillità, delle nostre paure è alla base di “La lotta al terrore”, spettacolo in prima assoluta della compagnia CapoTrave (Teatro alla Misercordia, ore 20:30). Un attentatore è asserragliato dentro il supermercato di un paese di provincia. Un impiegato, il vice sindaco e il segretario comunale cercano di fronteggiare la situazione e le responsabilità che ne derivano. Scitto da Lucia Franchi e Luca Ricci, che ne è anche il regista, lo spettacolo vede in scena Simone Faloppa, al suo quarto spettacolo con CapoTrave, e, per la prima volta, Gioia Salvatori (autrice del recente “Cuoro”) e Gabriele Paolocà (“Amleto FX”).
A seguire, in anteprima nazionale Kotekino Riff” (piazza Torre di Berta, ore 22:05), scritto e interpretato da Andrea Cosentino. Un’esercitazione comica sulla praticabilità della scena, la fattibilità dei gesti, l’abitabilità dei corpi, la dicibilità delle storie, una clownerie gioiosa e nichilista senza altro senso che lo stare al gioco in cui Cosentino,  attore, autore, comico, scrittore, esprime tutta la sua abilità di attore brillante.
Da sempre attento alla creazione di reti e alle collaborazioni con altri soggetti, anche quest'anno Kilowatt ospiterà uno degli  spettacoli finalisti di  In-Box, rete nazionale nata nel 2009 per sostenere e promuovere la scena teatrale emergente. “My place”, di Qui e Ora residenza teatrale, (Auditorium Santa Chiara, ore 23:10) con la regia di Silvia Gribaudi, segna l’occasione di mettere a confronto due poetiche diverse e affini, due sguardi sul femminile. Si incontrano la ricerca di un movimento che nasce da corpi non convenzionali e la sperimentazione sulla drammaturgia autografa, lo sguardo ironico e l’indagine sul contemporaneo. Le attrici autrici di Qui e Ora prestano corpo alle visioni di Silvia Gribaudi e offrono a loro volta alla coreografa e performer un immaginario contemporaneo con cui mettersi a confronto. In scena tre corpi nudi, in biancheria intima, volutamente messi in evidenza: masse corporee vive e non censurate, vere, oneste, ben diverse da quelle che siamo abituati a vedere su giornali, internet e televisione. Tre donne, certamente non perfette, si offrono al pubblico per quello che sono, con sguardo ironico e tragicomico sul femminile. 

IL CIRCO CONTEMPORANEO A KILOWATT 

Lunedì 17 e martedì 18 Kilowatt ospita il direttivo del Progetto Cresco – coordinamento delle realtà della scena contemporanea. La partecipazione a CReSCo rappresenta il lato sociale della partecipazione di CapoTrave/Kilowatt ai network. Non spettacoli da produrre o da distribuire, ma lo sviluppo di una rete di soggetti nazionali attivi sulla scena contemporanea (teatro e danza) che collaborano allo scopo di creare massa critica e diventare soggetti politici - nell'interlocuzione con enti pubblici e istituzioni - e soggetti poetici - nel ripensare insieme ciò che è contemporaneo oggi. 

La serata di Kilowatt si apre, (ore 17:30, Ex Scuola Luca Pacioli) con "Reperto 2", la seconda delle 3 performances della compagnia Zaches, di cui si celebrano i 10 anni. Compagnia di teatro e danza fondata a Firenze nel 2007 Zaches ha presentato e prodotto spettacoli in vari festival e teatri tra Europa, Russia e Iran, e gran parte delle loro produzioni è stata ospitata a Kilowatt Festival.

Ospite musicale del progetto "Time after time" sarà Cesare “Mac” Petricich, con un incontro dal titolo "90 e non sentirli: parole e suoni dal decennio del Grunge" (Palazzo delle Laudi, ore 18:00). Cesare Petricich, anche noto come Mac, è - insieme a Drigo e Pau - uno dei tre storici fondatori ancora attivi nella band aretina Negrita. Dalla fine degli anni Ottanta a oggi, passando per la notorietà raggiunta negli anni Novanta, i Negrita sono stati e sono una delle realtà più solide del rock italiano. Cesare “Mac” Petricich è uno dei chitarristi della band.

Primo spettacolo della sera sarà, in anteprima nazionale, "Il monopolista" (Auditorium Santa Chiara, ore 20:30) di Quotidiana.com, duo riminese fondato nel 2003 da Roberto Scappin e Paola Vannoni, che indaga, attraverso piccoli spostamenti del linguaggio e la consueta gelida ironia, la banalità e il male che accompagnano la condizione umana. Come reagire al senso di fallimento dopo anni trascorsi in una mediocre e infruttuosa onestà? Il monopoli è una risposta, una scuola di vita che incarna i paradigmi del nostro tempo: sfida, spietatezza, sopraffazione. Sono queste le parole chiave del terzo millennio? 

Novità di quest'anno il grande spazio riservato al circo contemporaneo sulla piazza principale della città, che porterà a Sansepolcro alcuni degli artisti più importanti a livello europeo, a partire da colui che è considerato il più grande clown del mondo – lo spagnolo Leo Bassi -  agli etiopi Fekat Circus, dai finlandesi Kate & Pasi ai francesi 100racines. Da lunedì 17 a sabato 22, in piazza Torre di Berta, alle ore 22:05, dopo la diffusione sonora della poesia di Ermanna Montanari, artisti circensi provenienti da tutto il mondo delizieranno e terranno con il fiato sospeso adulti e bambini sulla spiaggia di Kilowatt. Inizieranno, lunedì 17, gli etiopi Fekat Circus che con “Be-on” porteranno con sé l’estremo fascino del viaggio e la gioia contagiosa di chi sa portare sorpresa e vivacità in un mondo spento. I protagonisti giocano con il tempo e lo spazio, trasformando ogni avversità in sogno creativo, fino a lasciarci, con le loro acrobazie, col cuore in gola, in attesa di una visione di “grande bellezza”. Fekat Circus, il “circo che sboccia”, viene fondato nel 2004 in Etiopia da un gruppo di giovani acrobati e giocolieri con una grande visione: diffondere le arti circensi, per far così “sbocciare” tanti giovani che non avrebbero mai immaginato di poter salire su un palco. Da allora il progetto propone spettacoli e attività in Etiopia e nel mondo. Lo spettacolo è proposto in collaborazione con l'Associazione Commercianti di Sansepolcro.

Spazio alla danza con gli ultimi due spettacoli della serata. Alle ore 23:00, presso il Teatro alla Misercordia, Francesco Marilungo, giovane coreografo e danzatore diplomato alla Scuola Paolo Grassi, interprete della Compagnia Enzo Cosimi, presenterà “New Horizons”. Una riflessione sulla condizione esistenziale dell’uomo, sul suo continuo bisogno di confronto con l’Assoluto, con una dimensione sacrale sempre latente. Una danza minimale che crea un dialogo di grande suggestione tra luce, spazio e i corpi dei due performer in cui Marilungo presenta il proprio percorso autoriale che mette in relazione la performance art e la danza contemporanea.
A seguire, alle 23:59, (Teatro alla Misericordia) Davide Valrosso in “Cosmopolitan Beauty”, breve performance selezionata per Anticorpi eXplò 2016 – Network XL. Considerato fra le nuove promesse della danza contemporanea Davide Valrosso, dopo il diploma presso l’English National Ballet, ha studiato in numerosi centri di formazione contemporanea in Europa. Collaboratore stabile della compagnia Virgilio Sieni, artista associato del Festival OrienteOccidente di Rovereto, i lavori più recenti di Valrosso  sono stati selezionati per il Balletto di Roma e l’Accademia nazionale di danza.
 
 
Edizioni locali collegate:  Sansepolcro Valtiberina Toscana

Data della notizia:  14.07.2017 h 10:39

 
comments powered by Disqus

Ultime Notizie

 

Digitare almeno 3 caratteri.